Rete fognaria, Albano: “il collettamento tra il depuratore di Porto Cesareo e quella di Nardò si farà”

PORTO CESAREO (Lecce) – “Dopo la Conferenza di Servizi del 27 ottobre, presso la Provincia per discutere l’eventuale assoggettabilità alla VIA  (valutazione impatto ambientale) riguardante il collettamento della rete fognaria di Porto Cesareo a quella di Nardò, oggi ci siamo ritrovati in Regione, convocati dal Presidente Emiliano, intorno ad un tavolo Tecnico-Politico”. Lo dichiara il sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano”

“Si è parlato del depuratore di Porto Cesareo e del depuratore di Nardò – prosegue – che saranno superiori a “tabella 4” e che produrranno acque quasi potabili, così come già previsto nel progetto di AQP. Si è confermato, ringrazio per questo il Sindaco Mellone, la volontà di collettare la rete di Porto cesareo a quella di Nardò. Si è convenuti nella necessità del riutilizzo delle acque depurate e della volontà di avere un impianto all’avanguardia con trincee di drenaggio da realizzare nel territorio di Nardò, mentre si resta fermi sul non volere la condotta sottomarina.

Quindi due strade da seguire parallelamente. Una che riguarda i DEPURATORI che dovranno essere potenziati al massimo livello, la cui fattibilità, ripeto, è già considerata nel progetto di AQP. E per questi i lavori proseguiranno secondo cantierizzazione.

L’altra che riguarda le TRINCEE DRENANTI, senza CONDOTTA SOTTOMARINA, sarà oggetto di progettazione e “portata” al Ministero per essere illustrata e verificarne la fattibilità.
Questo l’impegno preso dal Presidente Emiliano e dai Sindaci Mellone e Albano”.

 

NO COMMENTS