Il Consiglio approva il regolamento per l’occupazione degli spazi pubblici

PORTO CESAREO (Lecce) – Occupazione di suolo pubblico mediante installazione di arredi esterni annessi ai locali in cui si somministrano cibi e/o bevande.

In sostanza tavolini e tutto ciò che consenta ai locali commerciali autorizzati di esercitare la propria attività all’aperto, regolamentando sia l’occupazione di solo pubblico che l’arredamento da utilizzare.

Questo l’oggetto del regolamento approvato dal Consiglio Comunale di Porto Cesareo, al fine di dare indicazioni corrette e precise agli esercenti e disciplinare una materia attuale e delicata.

Niente tavolini, pedane, fioriere e altri arredi a casaccio, il regolamento sui dehors fornisce infatti le linee guida sull’occupazione di spazi privati gravati da servitù di uso pubblico e di spazi privati antistanti suoli pubblici.

Tre i tipi di dehors: aperto, semichiuso o chiuso, a seconda che lo spazio sia delimitato solo da fioriere e paraventi o da installazioni che creino un’area più circoscritta.

Il dehor inoltre può essere stagionale – e non superare i 180 giorni – o permanente.

È necessaria apposita autorizzazione previo sopralluogo con verifica della sussistenza delle condizioni di viabilità e circolazione pedonale da parte  della polizia municipale, è facoltà del Comune invece vietare l’utilizzo di banchi,  attrezzature e materiali che siano in contrasto con le caratteristiche peculiari dei luoghi in questione.

“Il regolamento rappresenta un passo in avanti importante – spiega l’assessore al Commercio, Silvia Tarantino – per dare risposte concrete ad un settore in crescita. Dopo tanti anni siamo riusciti a definire uno strumento di grande valore per un paese in cui le attività commerciali di somministrazione sono in costante crescita”.

 

 

NO COMMENTS